Mamma e Papà  |  Renato  |  Giorgio - Gino  |  Giorgia - Lui  |  Davide  |  Giulia  |  Andrea  |  Fabio - Sandra  |  Belva - Balù  |  Foto di Venezia  | 
Indietro  |  HOME

Giulia

Giulia Gatti Rizzo e' nata con i fuochi e tanta voglia di urlare la sua venuta al mondo che l'aspettava con la sola voglia che tutto andasse bene.
Un saluto a mia figlia Bea per l'ottima prestazione!!! :-)
Davide Manuela ( i nonni, che spero non si rincoglioniranno tanto presto)

20082008Giulia nasce a Venezia il 14 Luglio 2007 alle ore 19.40 pesa Kg. 2,890 misura Cm 48 ( i fuochi del Redentore erano tutti per lei, la felicità della Lui e Anacleto è inconteniibile, Enrico, tra una costicina e l'altra trova il modo di arrivare a vedere la sua prima nipotina, lo vedi che ci tiene e che già la proteggerà da chiunque e da tutto. Sarà uno zio molto presente, la Nonnina è tutta presa nel controllare le sue emozioni che sono fortissime, l'apprensione e la "paura" ora lasciano spazio al pianto e all'emozione del momento, la felicità è incontenibile ma non posso negare che durante il fuoco più alto e luminoso un pensiero è corso a Giulietta e io .... sono molto emozionato.

a Giulia:
La vita è sinonimo di ricerca, per alcuni, per altri, solo tempo trascorso.
Io ti auguro che la tua vita sia un viaggio continuo, la ricerca è alla base della scoperta, ricercare significa intraprendere molti viaggi e, come per Ulisse che visitò molti luoghi e visse molte vite così mi piacerebbe fosse la tua avendo sempre in mente Itaca, la tua casa.

Itaca“Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga fertile in avventure e in esperienze.

I Lestrigoni e i Ciclopi o la furia di Nettuno non temere, non sarà questo il genere d’incontri se il pensiero resta alto e il sentimento fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.

In Ciclopi e Lestrigoni, no certo né nell’irato Nettuno incapperai se non li porti dentro se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga che i mattini d’estate siano tanti quando nei porti - finalmente e con che gioia - toccherai terra tu per la prima volta: negli empori fenici indugia e acquista madreperle coralli ebano e ambre tutta merce fina, anche aromi penetranti d’ogni sorta, più aromi inebrianti che puoi, va in molte città egizie impara una quantità di cose dai dotti.

ItacaSempre devi avere in mente Itaca - raggiungerla sia il pensiero costante.

Soprattutto, non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo ,per anni, e che da vecchio metta piede sull’isola, tu, ricco dei tesori accumulati per strada senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio, senza di lei mai ti saresti messo in viaggio: che cos’altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
Già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.”

Costantinos Kavafis, Cinquantacinque poesie, Einaudi, Torino.

Un porto sicuro dove approdare nella tempesta ci sarà sempre e un faro attento e vigile ti condurrà sempre alla tua Casa.
Una famiglia, la nostra, sempre attenta ai tuoi desideri e necessità.
Un mare immenso ed inesplorato sul quale navigare alla ricerca delle emozioni, degli affetti e di tutte le cose belle che di sicuro vorrai trovare e cercare.

Ci troverai sempre qui, sicuri e forti come sequoie millenarie, fermi nell'aiutarti ma inflessibili nel corregerti!

 

menu